Login

Register

Login

Register

ICCS – Glossario di massima dei termini

Definizioni principali dello studio del iccs

  • ICCS: Informazione Completa Codice della Sostanza. Ogni ICCS è composta da molte particelle tutte uguali tra loro, che si uniscono con intelaiature organizzate, ordinate e complete. Vale l’esempio dei mattoncini e della casa: ogni sostanza ha dei mattoncini energetici tutti uguali tra di loro organizzati per costruire una ben determinata casa. Quindi, ogni sostanza è una casa (con la sua specifica forma) fatta dai suoi mattoncini tutti uguali.
  • INCCS:  Informazione Non Completa Codice della Sostanza che, seppur abiltata a dare risultati sufficienti, non dà il massimo in quanto carente di 1 o 2 particelle. Se mancano più di 2 particelle, l’effetto è compromesso.
  • Particella: uno degli elementi base dell’ICCS, quello che abbiamo chiamato mattoncino. Al suo interno si trova un insieme di elementi diversi (filamenti, tori, spore, strutture, ecc.). Solo particelle complete (cioè pienamente popolate da elementi) e possono concorrere alla costruzione dell’ICCS.
  • CD: Codice di Disturbo. Rappresenta la parte “negativa” dell’informazione di ogni sostanza, in contrapposizione all’ICCS. E’ composta da particelle normalmente nere. Rifiuta normalmente l’abbinamento con l’ICCS della medesima sostanza. E’ rappresentata       come una “ossatura” meno ordinata e tendenziamente nera.
  • ICCS (standard): flacone (di soluzione fisiologica o di acqua distillata) in cui è stato iniettato, di norma, solo ICCS. L’ICCS nel flacone occupa la parte centrale, contornato da un involucro di 1 o 2 centimetri del liquido in cui è stato immerso.
  • ICCS Forzato: flacone in cui è stato versato il CD in aggiunta al ICCS. Dicesi Forzato in quanto ICCS e CD non convivono naturalmente e possono essere abbinati solo con una forzatura fisica (versamento di liquido). La forzatura può essere “standard” se ICCS ed CD sono iniettati in flacone in dose normale, oppure “satura” se viene aggiunta una dose normale all’ICCS saturo.
  • ICCS CD: Informazione Completa Codice della Sostanza con Codice di Disturbo. Rappresenta la parte “negativa” dell’informazione di ogni sostanza, è composta da molte particelle tutte uguali tra loro, che si uniscono con intelaiature organizzate, ordinate e complete. Vale l’esempio dei mattoncini e della casa: ogni sostanza ha dei mattoncini energetici tutti uguali tra di loro organizzati per costruire una ben determinata casa. Quindi, ogni sostanza è una casa (con la sua specifica forma) fatta dai suoi mattoncini tutti uguali.
  • Dosaggio: quantitativo di ICCS utilizzato per il test, normalmente confrontato con il quantitativo standard della sostanza originaria (o del prodotto finito derivante dalla sua diluizione) che viene utilizzato per produrre un effetto
  • ICCS saturo: I.C.C.S. realizzato riversando a ripetizione, fino a riempire totalmente il flacone, senza lascire spazio per l’involucro di soluzione o acqua distillata.
  • Q: quantitativo della sostanza originaria utilizzato per l’estrazione dell’ICCS e dell’ CD. Vi possono essere infatti ICCS realizzati con estrazione da 250ml di sostanza oppure da 5 litri della medesima sostanza. L’esperienza empirica ad oggi fa ritenere che, a parità apparente di ICCS, vi possa essere differenza negli effetti, in funzione del quantitativo originario da cui è stata fatta l’estrazione.
  • QM: Quantitativo Minimo di sostanza originaria necessario per estrarre un ICCS (completo di tutte le sue particelle).