Search:

Perché sentiamo la stanchezza maggiormente durante i periodi freddi?

Una delle domande più frequenti è “perché sentiamo la stanchezza maggiormente durante i periodi freddi?”

Settembre arriva con i suoi cambi di temperatura e in molti sentono già quel piccolo cambiamento, del tutto personale, che anticipa dei potenziali stati d’animo poco piacevoli.

Sono molti coloro che con l’arrivo dell’autunno si sentono stanchi al punto di perdere anche la voglia di uscire. È cosa comune sentire spesso, in questo periodo, la frase “ma cos’hai?” da parte di amici, colleghi o parenti.

Studi dimostrano che il cambiamento dettato dal passaggio dell’estate verso l’autunno comporta un abbassamento della produzione degli ormoni che servono per “tirarci su”, la loro produzione è stimolata dalla luce del sole motivo per il quale con il cambio delle ore di luce si abbassa la produzione “della voglia di fare”

Esistono però dei piccoli accorgimenti che, se seguiti, contribuiscono al superamento di questo stato d’animo apatico permettendo al nostro corpo di abituarsi gradatamente al passaggio verso la stagione fredda.

I migliori suggerimenti per affrontare il cambio di stagione

Se durante l’estate avete preso la buona abitudine di fare movimento adesso è il momento di stringere i denti e sforzarsi per continuare a farlo, è risaputo che fare attività fisica migliora l’umore ed allenta i momenti di tensione portando un ulteriore beneficio,  liberare la mente da pensieri fastidiosi.

Passate più tempo al sole.

La ripresa del lavoro può, in alcuni casi, limitare la possibilità di stare sotto la sole ma per godere dei suoi benefici è necessario organizzare dei momenti di vita all’aperto con delle passeggiate oppure durante l’orario del pranzo

 

I ritmi estivi sono di facile abitudine per il nostro corpo al punto che si riesce tranquillamente a fare tardi e andare al lavoro il giorno dopo senza il minimo sforzo ma durante questo periodo cosa bisogna fare?

 

Come detto il corpo umano si rapporta ai cambi stagionali per questo motivo uno dei suggerimenti è assecondare le ore di riposo cercando di dormire 7/8 ore per notte in questo modo si limiteranno le conseguenze poco gradite su corpo e mente.

 

Durante la stagione calda non è un problema bere molta acqua anzi è un’azione naturale. Con l’arrivo della stagione fredda, però, questa sana abitudine spesso viene tralasciata con conseguente rallentamento del metabolismo, quindi stanchezza, e con l’aggravante che, dal momento in cui il riscaldamento entrerà in funzione, la pelle ne risentirà diventando secca e offrendo agli occhi che guardano colorito spento e poca elasticità motivo per il quale si rischia di peggiorare lo stato d’animo perché lo specchio non rimanda un’immagine voluta, cosa fare come azione supplementare?

Oltre ad un corretto stile di vita è quasi scontato suggerire l’utilizzo di prodotti adatti al corpo che siano, però, nutrienti e protettivi

Mariangela Bonaparte